Epidemia Zombie da virus antichi

Una vecchia teoria è stata rispolverata da scienziati e ricercatori che fa rivivere la paura di virus mortali antichi.

L’idea nasce dal fatto che un cambiamento drammatico nel clima terrestre potrebbe scatenare una serie di malattie per le quali l’uomo moderno è completamente impreparato. Oggi, l’idea dello scioglimento delle calotte polari che possano rilasciare antichi batteri continua a guadagnare nuovo terreno.

Così, nasce la nuova paura di dissotterrare un virus antico e dimenticato da tempo che può accelerare l’inevitabile apocalisse zombie … l’umanità può trarre beneficio dalla ricerca e lo studio di una malattia così?living dead 1 Epidemia Zombie da virus antichi

Ma se veramente alcuni virus dormienti che sono stati rinchiusi per millenni nei ghiacciai della Terra possano risvegliarsi e causare malattie negli esseri umani e altre forme di vita rimane un fattore sconosciuto.

Il sistema immunitario umano si è evoluto e adattato ai virus che oggi sono più complessi rispetto ai loro antenati, anche se questo non preclude necessariamente l’infezione, è sicuramente una salvaguardia per la nostra specie.

Secondo il Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite e il World Glacier Monitoring Service, molti dei ghiacciai della Terra si stanno sciogliendo a velocità senza precedenti, e la maggior parte sono vicini a svanire nella seconda metà di questo secolo.

Di conseguenza, le risposte che gli scienziati ‘stanno cercando sui virus intrappolati nel ghiaccio potrebbero arrivare prima di quanto vorremmo.

Epidemia Zombie da virus Epidemia Zombie da virus antichi

Gli scienziati dell’Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive hanno spiegato come i campioni del 1918 di un ceppo di influenza spagnola sono stati accuratamente recuperati dai corpi di Inuit conservati nel permafrost artico.

Lo stesso metodo è stato usato per estrarre campioni dai corpi dei soldati infetti dal virus e morti durante la prima guerra mondiale e da un cadavere riesumato di un diplomatico britannico.

Mentre l’influenza spagnola ha devastato il mondo, causando la morte di più di 50 milioni di persone, il recupero e lo studio di questo pericoloso virus di un’epoca passata come conseguenza ha portato alla fine alla pubblicazione della sequenza completa del genoma nel 2005 che ha aiutato i ricercatori a capire meglio l’influenza H1N1 pandemia del 2009.

Così, nonostante la paura che dissotterrare un virus antico e dimenticato da tempo può accelerare l’inevitabile apocalisse zombie … l’umanità può effettivamente beneficiare della ricerca e lo studio di una malattia ormai scomparsa!

Uroborosresidentevil5 2 Epidemia Zombie da virus antichi

Uroboros virus residentevil 5

Ma tutto cio non vi ricorda un po’ “Resident Evil”? Il “virus antico” è un raro ceppo di virus trovato esclusivamente nei geni di formiche regine fossili, scoperte da anziano ricercatore della Umbrella Corp. Alexia Ashford. Poco si sa della funzione specifica del virus.
Diversamente dalla maggior parte dei virus, il virus antico è apparentemente incapace di propagarsi fra specie diverse ed non ha avuto effetto sugli esseri umani fino a quando non è stato combinato con il virus Progenitore. Il virus risultante è stato poi chiamato T-Veronica……

 

Commento

commenti